Acquisto di azioni proprie rivalutate in precedenza, non c’è abuso del diritto

Non costituisce ipotesi di abuso del diritto l’acquisto di azioni proprie precedentemente rivalutate dagli azionisti cedenti. Acquisto di azioni proprie che non può essere riqualificato in recesso. Così si è espressa la Cgt di Udine con sentenza n. 32/2/2023 depositata il 6 marzo scorso (presidente Zoso, relatore Fabbro).

La vicenda nasce da un atto di accertamento nei confronti di una Spa, alla quale veniva contestata.

 

…continua a leggere nell’articolo a firma di Dario Deotto pubblicato il 3 Aprile 2023 su Il Sole 24 Ore

© Copyright 2023 | Deotto Lovecchio & Partners P.IVA 02947680357 | Tutti i diritti riservati | Privacy Policy
envelopecrossmenuchevron-down
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram